Un giardino accogliente per gli uccellini

In questi mesi freddi, guardando fuori dalla finestra avrete sicuramente visto qualche uccellino girare nel vostro giardino; se vi state chiedendo come potete aiutarli, ecco un po’ di consigli utili pronti per voi:
Il cibo è sempre un ottimo modo per attirare gli uccellini, in qualsiasi stagione ma soprattutto d’inverno, quando la stagione fredda, unita alle temperature gelide e alla scarsità di cibo rende difficile la ricerca di cibo. Inoltre gli uccellini hanno bisogno di molto cibo per mantenere la loro temperatura corporea.
Puoi imparare a riconoscere gli abitanti “classici” del tuo giardino, in modo da personalizzare il più possibile l’offerta di cibo:
alcuni uccellini preferiscono frutta secca, come arachidi, noci e nocciole (cinciallegre, picchi, gazze e ghiandaie) o frutta fresca di stagione, come cachi, pere, mele e datteri (merli, pettirossi, tordi, storni, capinere e cinciarelle). In questo caso è meglio dare la frutta troppo matura e “ammaccata”, perché più facile da becchettare. Un altro trucco può essere tagliare a metà il frutto e lasciarlo a disposizione. Il grasso e la carne sono i preferiti di altri (cince, storni, pettirossi, tordi e merli), i semi di girasole, o mix di semi di panico e miglio sono gustosissimi per passeri, fringuelli, verdoni e cince.
In commercio esistono miscele di semi già pronte per uccelli selvatici, e palline di grasso che si possono anche appendere ai rami.

ATTENZIONE: mai dare cibo salato o piccante, perché può essere tossico per gli uccellini! Anche le briciole di pane non vanno bene, perché non hanno nessun contenuto energetico.
Ora che abbiamo visto quali tipi di cibo dare, è importante COME posizionarlo!
Ci sono diversi tipi di mangiatoie per uccellini in commercio, al momento di sceglierla ricorda che dovrebbe avere alcune caratteristiche essenziali:

  • deve offrire cibo mantenendolo asciutto
  • dev’essere facile da pulire
  • dovrebbe essere protetta da eventuali ospiti indesiderati.

Le più utili sono quelle dotate di una tettoia, che offrirà protezione anche contro gli agenti atmosferici.

Posizionala in un angolo tranquillo del giardino, se puoi guardare dalla finestra va benissimo: la mangiatoia dev’essere ad almeno un metro e mezzo da terra. Si può posizionare sopra un palo, e se avete gatti sarebbe meglio mettere una protezione a campana alla base del palo, in modo da impedirgli di salire, e dare la caccia agli uccellini.

In alternativa ci sono anche mangiatoie che si possono appendere ai rami di un albero, quelle a reticelle sono perfette per attirare acrobati come le cince! Quando scegliete il posizionamento ricordate che gli uccellini di piccole dimensioni, come cince e passeri, gradiranno molto avere un cespuglio vicino dove potersi rifugiare in caso di pericolo!

PS: ricordatevi che a inizio primavera dev’essere assolutamente tolta la mangiatoia: i nuovi nati di primavera non devono abituarsi a essere nutriti durante i mesi caldi, quando possono trovare tantissimo cibo da soli.
Un’altra cosa molto importante, soprattutto quando il termometro scende molto è l’acqua !
Lascia un’abbeveratoio, o una piccola ciotola piena d’acqua, e prendi l’abitudine la mattina di togliere il ghiaccio o la neve, sostituendola con acqua fresca. Diventerà un punto di riferimento utilissimo: considera che dopo una notte di gelata trovare acqua fresca e pulita può essere veramente difficile!


L’ultima accortezza che vi aiuterà a popolare il vostro giardino di piccoli amici è un Riparo: potete posizionare un nido artificiale nel vostro giardino, che avrà una duplice funzione: d’inverno servirà da riparo, dove gli uccellini troveranno protezione, d’estate fungerà da sito di cova. Per essere veramente attraente agli occhi degli uccellini, dovrete scegliere attentamente la posizione, avendo cura di metterlo in un angolo riparato e tranquillo, meglio se inclinato leggermente verso il basso, per evitare gli agenti atmosferici.. e scegliete un angolo che riuscirete ad “ignorare” per un po’!


Sapete che alcune specie hanno l’abitudine di dormire in gruppo, proprio per superare le ore più fredde? I birdwatcher esperti hanno creato un nome per questi rifugi di gruppo: “Roost”.


E ultima ma non ultima: la pulizia! E’ importantissima per gli uccellini, anche per loro muffe e batteri sono pericolosi. Le grandi pulizie andranno fatte a fine inverno, ma la mangiatoia e l’abbeveratoio dovranno essere tenuti puliti regolarmente, togliendo la frutta troppo avariata e il cibo prima che si formino muffe, e rinnovando l’acqua. Il riparo stesso a fine inverno dovrà essere rimosso e ripulito completamente.

Prodotto aggiunto alla Lista della Spesa