Tutte le Marche
Barfood con carne fresca

Un rifugio per gli uccellini selvatici nel tuo giardino

Un rifugio per gli uccellini selvatici nel tuo giardino

ph. Barbara Ghesini

Come installare una casetta per uccellini selvatici in giardino

Consigli utili

Possiamo decidere di installare un nido per uccelli artificiale in ogni momento dell’anno, ma farlo nel periodo invernale offre diversi vantaggi: daremo il tempo alla casetta di perdere eventuali odori residui dati da trattamenti industriali e i nostri amici uccellini avranno tutto il tempo di familiarizzare con la nuova installazione e magari di approfittarne per proteggersi dal freddo anche se diffidenti.
Partendo dal presupposto che gli uccelli sono animali selvatici abituati alla libertà, timorosi in generale in quanto facili prede dell’uomo e dei predatori naturali, dobbiamo cercare di immedesimarci nei loro panni e cercare la posizione migliore in cui posizioneremmo il nostro nido per tenerlo al riparo da pericoli. Teniamo in considerazione il fatto che raramente succede che gli uccellini entrino nel nostro raggio d’azione, ma nel periodo invernale la scarsità di cibo li renderà più audaci e si avvicineranno più facilmente se sanno che esiste una fonte di cibo sicura.
Si può cercare di osservare discretamente, magari da una finestra, il proprio giardino, per vedere che tipi di uccelli si posano sui nostri alberi o cespugli e individuare in quali si posano più spesso. Nel farlo osserverete che gli uccelli di piccola taglia difficilmente prediligono piante di grandi dimensioni o con fogliame rado. Una pianta, anche se di modeste dimensioni ma con rami e foglie fitte, risulta essere un rifugio più discreto e una maggior protezione dal freddo. A volte possono anche azzardare a posarsi sul terreno alla ricerca di insetti, vermi o semi.
I maggiori frequentatori dei nostri giardini sono senza dubbio: passero, cinciallegra, scricciolo, fringuello, pettirosso e merlo. Una volta individuati quali di questi uccelli si presentano più spesso, possiamo scegliere il nido adatto secondo la specie, che sarà in ogni caso di forma chiusa, a casetta, di piccole dimensioni, dotato di un foro di ingresso di diametro variabile.

Installazione corretta e sicura

Come primo accorgimento è bene praticare un foro sul fondo del nido per fare in modo che non si formino ristagni d’acqua in caso di forti piogge.

I nidi non devono essere esposti al sole nelle ore più calde, i piccoli appena nati potrebbero morire di caldo.

E’ importante che i nidi non siano facilmente raggiungibili dai gatti, acerrimi nemici degli uccelli.

A seguire, per installare in modo sicuro il nido e fare in modo che non oscilli o cada, vi suggeriamo di praticare due o quattro forellini nelle pareti laterali dove farete passare del filo di metallo plastificato in modo da poter fissare direttamente il nido al fusto o al ramo dell’albero.

Assicuratevi che nel giardino vengano fatti solo trattamenti biologici perché insetticidi, anticrittogamici, diserbanti e concimi inorganici potrebbero lasciare residui dannosi per gli uccelli.

Fare in modo che ci sia sempre a disposizione acqua fresca

Pulizia dei nidi

E’ opportuno eseguire regolarmente la pulizia del nido, prima della deposizione delle uova, per togliere eventuali residui lasciati dagli uccellini che lo hanno utilizzato come rifugio per il freddo, magari dando anche una spruzzata di antiparassitario tipo Frontline. Trattamento da ripetere una volta che gli uccelli avranno lasciato il nido nel periodo autunnale.

Puoi trovare tanti tipi di nidi per uccelli nei nostri negozi e nel nostro negozio online cliccando qui

Rispondi

* Nome:
* E-mail: (Non pubblicato)
   Sito Web: (Site url withhttp://)
* Commento:
Inserisci codice